Bea e Filippo

Bea e Filippo

martedì 25 febbraio 2014

La notte di Montezuma!

 Diarrea Bambini (foto di repertorio...)
 Bambini Diarrea (... foto di repertorio)
Filippo è rientrato. Pimpante e allegro. Anche un bel colorito. 
La settimana valtellinese come al solito gli ha fatto bene.
Serata tranquilla. Cena con Bea. Qualche gioco e poi a nanna.
Ci manca la mamma. Ce lo diciamo, ma ormai mancano davvero pochi giorni al suo ritorno!
Come al solito alle 21.30 tutto tace.
Tutto perfetto.... almeno così sembrava!

E’ Notte.  “Papà, papà vieni?”. L’occhio destro a fatica si apre, cerca di guardare l’ora… ma senza occhiali è impossibile. Bella la sveglia nuova che mi hanno regalato per il mio compleanno ma i numeri in blu sullo sfondo azzurro per un astigmatico, pure un po’ miope e in pieno crollo da presbiopia, sono un flagello. Mi tocca mettere gli occhiali a aprire anche l’occhio sinistro. Sono le 2.13.
“Papà, papà, vieni, mi scappa la cacca e mi fa un po’ male la pancia”!
“Arrivo, arrivo”. Eccomi in camera di Filippo, lo prendo in braccio e lo porto in bagno.
Tranquillo espleta le sue necessità. Il suo sguardo però non mi lascia tranquillissimo… è pallidino e pure un poco sofferente.
“Papà mi sta venendo la cacca molle…”. Mi pareva che ci fosse il trucco: bisogno notturno, mal di pancia, cacca molle e volto pallido… qui ci siamo. Speriamo almeno che non si metta pure a vomitare.
Istintivamente faccio mezzo passo indietro. Non sono contrario per principio ai virus, ma quelli intestinali proprio non li sopporto. La diarrea, per essere concreto, non mi piace neanche un po’.
La faccio breve: il “Papà vieni” si è ripetuto alle 3.00, alle 4.20 e alle 6.00. 
Sempre medesimo film: mal di pancia e cacca molle… povero Filippo s’è cuccato una notte davvero movimentata. Ed io con lui!
Penso: Filippo non potevi prenderti il Virus dalla nonna in Valtellina... lei ti avrebbe accudito con la stessa cura, forse anche meglio!... Scaccio il pensiero... mica sempre si può cadere in piedi!

Alle 7.00 puntuale suona la sveglia. Beatrice pacifica viene da me ed esclama: “Papà, Filippo non si vuole svegliare”. “Bea neppure io per la verità – intervengo -… però Filippo lascialo in pace: questa notte, senza che tu te ne accorgessi, si è svegliato ben 4 volte. Per colpa di un virus… ha preso un po’ di diarrea. Quindi vestiti in fretta, lascialo stare che oggi lui rimane a casa.”
Mi alzo e vado da Filippo. Povero, dorme di gusto: la notte lo ha realmente stremato. Sembra non abbia febbre ma il volto è proprio provato.

Per fortuna la nonna è disponibile e quindi lo può accudire. Posso non prendermi ferie! Olè.
Al telefono con la nonna ci consultiamo.
“ Forse sarà utile sentire la Pediatra?” le chiedo.
“Vediamo come va questa mattina, tanto se gli è passata di solito consiglia di dargli i Fermenti Lattici, senza altri medicinali. A proposito ne hai in casa?”
“Crede? Magari è necessario qualcosa di più “pesante”!”
“Se non ricordo male anche lo scorso anno con Bea bastò quella?   Aspettiamo e vediamo.”
”In effetti. Ha ragione, ora ricordo pure io. Eventualmente se si ripresenta la diarrea ci pensa lei a sentire la pediatra?”
"Ci penso io, stai tranquillo".
La sana calma delle nonne.

Questa è stata proprio una notte passata a combattere con  la vendetta di Montezuma. 
Mi chiedo come farò a scavallare la giornata. Ma è così: i virus non hanno pietà e non controllano se all'esterno c’è luce o meno!

Maledetta diarrea!

13 commenti:

  1. giusto per non farci mancare nulla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... appunto! Ma il peggio per me è recuperare costumi di carnevale per la sfilata di domenica....

      Elimina
  2. Beh, per restare in tema splatter...io preferisco mille volte pulire "cacca molle" piuttosto che vomito, quello proprio non lo reggo! Eppure si fa anche quello...

    RispondiElimina
  3. Io preferisco un bel mal di gola al maledetto virus gastrointestinale!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... però c'è di buono che questo visur pare duri poco

      Elimina
  4. Povero Filippo, speriamo non sia un virus e bastino solo i fermenti. Solidarietà per il sonno, anch'io di solito mi sveglio 4 volte, ma anche senza diarrea. Almeno così il risveglio ha un senso. Ma è dura comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... info in diretta dalla nonna: pare si stia riprendendo...

      Elimina
  5. Yahooo! Bene, sono contento per lui in primis e per te anche. :)

    RispondiElimina
  6. noi ci siamo passati...tutto cibo bianco, enterogermina e poi è passato....poi è toccato alla sorella e un piccolo passaggio alla presente mamma...ma questa è altra storia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... il papà regge... anche con qualche sintomo strano...

      Elimina
  7. Direi che quest'esame da papa' a tempo pieno, l'hai superato alla grande!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...