Bea e Filippo

Bea e Filippo

martedì 28 agosto 2012

Neuroni in naftalina ...


Naftalina di I scelta

Ultimi giorni senza bimbi. Loro  se la spassano in Valtellina, mentre io e la mia signora annaspiamo in questo fine agosto (finalmente un po’ fresco) cercando di rimettere insieme i fili del lavoro e della famiglia. Non ci sono garbugli particolari, ma è necessario riattivare i neuroni perché sappiano affrontare con decenza sia le aspettative lavorative che quelle dell’organizzazione familiare (per questa c’è tempo almeno fino al 4 settembre). Per ora sono ancora parzialmente in naftalina.
Parzialmente, perché mia moglie è riuscita (con i pochi attivi), in un pomeriggio di libertà (perché concedere questi momenti?), a rivoluzionare il soggiorno. Visione dello spazio capovolta. Modifiche originali. Spazi riguadagnati alla socialità. Valorizzazione di quanto inopinatamente precedentemente represso (il colore della parete). Mi sa che Arte l'ho studiata proprio alla minchia…
Ieri sera ogni volta che voleva cambiar canale della TV doveva allungarsi sul divano e avvicinare il telecomando al decoder, da lei sapientemente infossato… è la logica moderna della TV dinamica: se la tecnologia aiuta con onde radio, decoder, wi fi, tu donna la devi rimettere al suo posto.
In fondo fatica e TV, movimento e staticità implicita di fronte al video: le antitesi riallineate. Quanto progresso!

Neuroni... che casino

Ho espresso il mio disappunto. Ma il problema non è l’evidente non funzionalità della nuova impostazione, ma la mia incapacità di scorgere dinamiche architettoniche innovative che vanno oltre la funzionalità: chimera della comodità e non della bellezza.
Sarà, ma i miei neuroni ancora parzialmente in naftalina, si ribellano allo sforzo inutile e non sanno apprezzare la linearità di ciò che – anti esteticamente – invece è al suo posto.
Vabbè. Mi sono zittito e ho concesso carta bianca: vuoi cambiare? Arrangiati, ma hai tempo un mese perché tutto oltre che artisticamente ineccepibile diventi pure gestibile. E possibilmente a costo zero!
La  caccia alla frequenza tv non è il mio sport…
Per fortuna il PC è stato lasciato al suo posto, nello studiolo bruttino ma libero. E guai a chi lo tocca!
Ho scoperto (credo con circa 10 anni di ritardo) il fenomeno dei film in streaming, dello sport in diretta con commenti coreani o spagnoli (ma chissenefrega). Sto amando Sky Go (… la solita pubblicità semi occulta lautamente retribuita).  Tutte queste cose, in attesa del rientro dei piccoli (veri limitatori della libertà casalinga), stanno sfamando la mia fame di tamarrate di fine estate: mi guardo improponibili film (quelli da neurone in naftalina, per l’appunto) e quando lo sport chiama rispondo senza remore, in questo oceano senza limiti!
Sono gli ultimi giorni. Ancora pochi scampoli di tempo nostro,  per dar sfogo a quanto poi verrà sopito irrimediabilmente (anche se non totalmente… mica siamo in galera) dalla routine, quella che risveglia veramente  i neuroni.
Non perdiamolo questo tempo e vediamo che succede!

5 commenti:

  1. Non vi offendete se vi dico che vi invidio tanto tanto, vero?! Invidia buona, eh! Anche i miei neuroni sono lenti ma ho sempre il mio nano a scrollarmi le serate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... fra pochissimo riappariranno Bea a Filippo: e i neroni si risveglieranno auromaticamente!!

      Elimina
  2. Qui la routine è ricominciata da un paio di settimane (la scuola ricomincia già durante la seconda metà di agosto).
    Saluti dalla Svezia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saluti anche a te... noi siamo agli sgoccioli!

      Elimina
  3. Mio marito mi avrebbe uccisa... Comunque io tua moglie la capisco perfettamente e la invidio!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...