Bea e Filippo

Bea e Filippo

lunedì 18 marzo 2013

In fondo è sempre tempo di esami...

Sono sposato da oltre sette anni e padre da cinque anni e mezzo (da tre anni bi-padre) e confesso che la presenza di Beatrice e Filippo ha radicalmente cambiato la mia vita. E quella di mia moglie. Insomma la nostra. 
La nostra vita di famiglia ha dovuto riprogrammarsi totalmente: sono cambiati i modi di gestire le amicizie, di vivere il lavoro, di organizzare il tempo, le vacanze, gli hobby e così via.
In certi momenti affermerei che tutto è cambiato in meglio, in altri un po' meno.
Il più delle volte mi limito a registrare il cambiamento come una fase diversa della mia vita, una fase che se da una parte è uno sbocco voluto del nostro matrimonio (non l'avevamo mai immaginato senza figli) dall'altra è semplicemente nuova e profondamente diversa,  arricchita da due splendidi bambini!
Comunque un dato è certo:  i bambini sanno arricchire, spesso inconsapevolmente, il bagaglio esperienziale dei loro genitori (il mio di sicuro), rendendoli alla fine molto più preparati ad ogni evenienza.
I bambini, sono una vera scuola di vita. Anzi  di più, sono una specie di interrogazione continua dove non sempre l'aver studiato paga... a volte ci vuole intuito, fortuna, abilità, e pure un po' di scaltrezza!
Ma alla fine si impara un sacco. Le novità, le situazioni che loro ti mettono davanti, oggettivamente ti rendono un po' più ricco. Sempre po' predisposto alle successive interrogazioni.
Ogni tanto mi diverto semplicemente ad elencare "il di più scoperto" grazie a loro. A volte cose semplice, molto terra a terra,  in altri casi simpatiche.  Spesso decisive per il dopo. Quasi sempre nuove, almeno per me.
In ordine sparso, così quasi per diletto, metto sul piatto qualche tassello di vita che  grazie a loro ho imparato. Per esempio ho scoperto:
  • che esiste un alimento che si chiama "crema di riso, mais e tapioca"
  • che cambiare il pannolino ad un maschietto, almeno all'inizio, è molto pericoloso ("l'idrante" va preventivamente posizionato)
  • che quando si sta via qualche giorno, qualsiasi auto tu abbia, è sempre troppo piccola
  • che lo "spasmo  laringo faringeo" è una brutta gatta da pelare
  • che leggere le favole è bello... ma non si può "barare"
  • che le malattie vengono incubate all'asilo tra il giovedì e il venerdì e si manifestano regolarmente il sabato e la domenica
  • che quanto hai fretta a loro non frega nulla...
  • che esistono la Pimpa, Dora l'esploratrice, il Pirata Jake, Angelina ballerina, Il magico mondo di Ben e Holly eccccc.
  • che le vacanze, per i primi anni,  è meglio chiamarle semplicemente "cambio d'aria"
  • che i bambini al mare fino ai tre anni è molto meglio che ci vadano con la nonna
  • che le tappe infantili si chiamano "inserimento": sempre e dovunque... il distacco è temuto  più del "nuovo" (e pensare che Beatrice dopo il secondo giorno d'asilo diceva alla mamma "ma perché stai qui anche tu?")
  • che il tuo fisico regge anche alla riduzione drastica della ore di sonno... 
  • che gli amici non ti fanno più regali ("avremmo pensato a qualcosa per i bambini")
  • che nonostante si predichi il pacifismo tra fratelli si menano...
  • che la pazienza non si compra... 
Si potrebbe continuare quasi all'infinito.
Quante esperienze si vivono senza la necessità di frequentare master costosissimi. Basta far tesoro della vita, della presenza dei bambini: il loro esserci impone attenzioni, ragionamenti, scelte, razionalizzazioni, pensieri... di tutto un po'. Un minestrone esistenziale che ti trasforma...
In questa scuola di vita gestita dai miei figli comincio a superare le prime classi.... mi pace andare avanti e comincio a temere le impegnative materie future (scuola, preadolescenza ecc.).
Mi sa che mi conviene mettermi a studiare!!!

4 commenti:

  1. Direi che sei superpromosso e non hai bisogno di studiare :D! Sei bravissimo così, soprattutto per l'ironia. Bellissimo post e buona festa del papà per domani :D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. domattina mi aspetta la colazione all'asilo con i miei bimbi!!!

      Elimina
  2. Che bello la colazione all'asilo, Pupa dice che non sta preparando niente per il suo papà ma io non ci credo! Domani vedremo. Bel post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quest'anno la farò con tutti e due!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...