Bea e Filippo

Bea e Filippo

giovedì 9 maggio 2013

Perfetti o imperfetti? ... Ci si Arrangia!

Lo seguo. Sorrido. 
Ci penso su. 
E leggo tutto il circondario di approfondimenti rigorosamente a tema.

E' partita la serie Una mamma imperfetta (ps. ma non si nono accorti che c'era già un blog storico con quel nome? Mamma Imperfetta, appunto.., vebbè) sul Corriere della Sera.
Idea simpatica, realizzazione interessante. Temi sul tavolo tanti.
Un po' caricaturali (per esigenze narrative?). 
Un po' metropolico-centriche (esiste solo quel mondo?).
Ma siamo solo all'inizio: gli spazi per un giudizio non sono ancora ben definiti. 
Aspetto la fine.

Stamattina poi sono entrati in gioco anche i papà: "Noi papà in casa..." (27° Ora CDS)
Oddio: non è che il giornalista si sia sprecato... poche righe, rubacchiate (nella logica) dalle serie. Il medesimo confronto. Le medesime risposte.

Il dato che emerge però mi ha già fatto riflettere: sta nascendo una contrapposizione titanica tra le mamme e i papà perfetti e quelle imperfetti. E la lotta si gioca (stando a quanto si vede e si legge) sulla puntualità, sull'ordine, sulla capacità di cucinare, di collaborare, di essere socialmente presenti...
E' il confronto impari di chi è sempre a posto e di chi è sempre un po' sbagliato. 
Di chi è impeccabile e fa tutto giusto (e senza mai sudare, cavolo!) contro chi ogni tanto si becca qualche cantonata (e fa una fatica bestia...).
Mi sembra il confronto tra le famiglie che fanno colazione in TV e la mia che (porca miseria) non riesce mai ad essere così serenamente precisa, allegra, impeccabile... 

Perfetto o imperfetto? 
Papà e mamme a confronto e il merito della serie, coraggiosamente proposta, è quello di stimolare pensieri in merito, di porre la questione della vita di coppia, meglio di famiglia nel suo complesso.

Come primo pensiero mi viene questo: tra il perfetto e l'imperfetto ci sta la capacità di arrangiarsi!
Arrangiarsi e fare squadra! Una micro ricetta della nostra casa.

Mia moglie ed io siamo imperfetti in un sacco di cose... se le sommiamo è una catastrofe, se le abbiniamo per compensarle ci si salva. E galleggiamo sereni con le nostre rincorse, le nostre dimenticanze, i nostri disordini, i nostri periodi grigi. 
Ci arrangiamo perchè, senza strategie particolari, cerchiamo di fare squadra.
Il lavoro impegna di più mia moglie? Vabbè ci penso io?
Non sono bravo a scegliere i vestiti? Ci pensa lei!
Sono una pippa con i pennarelli (non so disegnare...): l'arte è appannaggio della mamma.
La mamma non sa fare il cambio di stagione? Chiediamo alla vicina.
Il papà ama il calcio in TV?  Che vada a vederselo da un suo amico!

Ci si arrangia: si trasformano le imperfezioni reciproche in skill da coltivare. 
Mamma non sa cucinare? Regala il corso di cucina a papà!
Mamma è nervosa? Papà le organizza uscita con le amiche.

Ci si arrangia perchè spesso si fa a turno: si corre un po' uno e un po' l'altro.
Magari più uno dell'altro, ma basta non usare il bilancino...

Mi fermo... alla prossima.





14 commenti:

  1. E il bello è che ai nostri figli piacciamo così: imperfetti, ma NOI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e chi vuole diventare perfetto? mia moglie mi caccerebbe di casa

      Elimina
  2. Imperfetti. tutta la vita! Ma non per scelta, siamo così....NATURE. E comunque sfido a trovare una famiglia vera stile "Mulino"

    RispondiElimina
  3. Ciao
    leggo sempre il tuo blog e anche i blog di altri padri, ma raramente commento (non ho mai capito se possono commentare tutti i semplici naviganti o solo chi ha un blog)oggi pero' mi sento di dire VIVA L'IMPERFEZIONE , se poi questa IMPERFEZIONE rende i nostri cuccioli felici ben venga!!!!!!che poi cosa vuol dire essere perfetti? avere i bimbi sempre a posto ? senza una macchia nei vestiti? sempre ben pettinati? che salutano educatamente e sanno contare in cinese fino a dieci?
    NO GRAZIE preferisco i miei due teppisti, che ci sfiancano, che "grazie a Peppa pig" vogliono sempre saltare nel fango, ma che quando ci abbracciano lo fanno sinceramente, e ci fanno sentire degli eroi!
    scusa il papiro, ma se uno e' imperfetto e' imperfetto in tutto.

    Roberto, papa' "anzianotto" e imperfetto di due cuccioli perfettamente bambini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberto! Puoi commentare quanto vuoi! E sottoscrivo quanto ha scritto! ... ma poi diciamocelo chiaramente: la perfezione cos'è?
      ... la vita è altro! e W ns bambini!

      Elimina
  4. nuuuu, ho capito solo ora un sacco di citazioni....
    adesso vado a vederla
    Grazie di avermi cavata dall'ignoranza!

    RispondiElimina
  5. Il lavoro di squadra è basilare!

    RispondiElimina
  6. non so! A volte il nostro bisogno di perfezione è solo determinato dall'ansia. Altre volte serve a dirci che siamo capaci anche noi. Io non cerco la perfezione ma sono contento quando qualcosa funziona. Il segreto e non morirci se per caso qualcosa va storto. Su questo i bimbi sono un'ottima palestra: ogni programma può non valere, ogni progetto potrebbe essere carta straccia. Paternità come lezione di vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. paternità come esperienza di imperfezione... mi si addice, mi sa

      Elimina
  7. Non ho ancora visto la serie ma mi hai incuriosito. Adesso mi recupero tutte le puntate dalla prima. Per il resto che dire... secondo me dipende da un sacco di fattori. Carattere dei genitori, carattere dei figli, lavoro, tempo a disposizione e, non ultimo anche le possibilità economiche. Per il resto io vivo nella mia imperfezione senza alcun senso di colpa. L'importante è non farsi sopraffare dagli eventi, ma riuscire comunque a gestire la situazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non avere (inutili) sensi di colpa spesso è una grande conquista!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...